Temperatura: 18 °C
Orario Locale: 08:43 pm

c/da Tonicello snc, Capo Vaticano, (VV), ITALIA

1,3 km da Stazione Treni

Numero Camere
* Miglior Prezzo Garantito

Blog Posts

Brigantaggio in Calabria

Longobucco covo dei briganti In Calabria, ed in particolar modo in Sila, il brigantaggio non fu fenomeno di delinquenza comune; nacque dal gran malessere socio-economico di quegli anni (XVII-XIX sec.) e si dimostrò con tutta la sua violenza, che la miseria e l’ingiustizia, di un periodo in cui l’autorità corrotta e i notabili feudatari alimentarono. Molti furono i briganti, le cui gesta ancora oggi si raccontano, che occupavano i monti e le valli della Sila.
Brigantaggio a Longobucco Longobucco, prima e dopo l’Unità , ha dato vita a numerosi briganti. Tra i più famosi ed imprendibili Antonio Santoro, detto Re Curemme e, soprattutto Domenico Straface detto Palma. Palma, nato a Longobucco nel 1829, si diede al brigantaggio nel 1860 per non finir in prigione dopo aver schiaffeggiato un ricco signorotto di Rossano. Amante delle avventure aveva un singolare coraggio, che gli porto subito ad essere capo di una banda. Conosceva ogni angolo delle montagne silane, era inafferrabile, astuto, protetto dall’omertà della povera gente, verso la quale era di una generosità senza pari.
Ancora oggi a Longobucco, per elogiare qualcuno particolarmente coraggioso, si dice che “tena u curaggiu e Parma” (ha il coraggio di Palma).Il “re della montagna” fu ucciso la sera del 12 Luglio del 1869 in contrada Timpone Curcio di Spezzano Grande, forse a tradimento, da un suo amico.Tutto il territorio di Longobucco è legato alla storia del brigantaggio: non vi è luogo ove non sia stato avvistato, catturato o ucciso qualche brigante; non vi è piccola e povera casa utilizzata come nascondiglio o ricovero.
Sul Campanile venivano appese le teste mozzate dei briganti giustiziati. La tradizione vuole che i briganti sparassero alla sfera di rame posta sulla cuspide, per esercitarsi. Il luogo più importante e famoso covo dei briganti è la Petra e ra Gna Zzita, località posta di fronte al paese: la tradizione vuole che qui sia nascosto un favoloso tesoro costituito da una chiocca e da una quindicina di pulcini d’oro. I briganti, per conservar il segreto e proteggere il nascondiglio avrebbero sacrificato sul posto una giovane sposa.
Autore Francesco De Simone www.tessituralongobucco.it

Quanto ne sai di Calabria?

[ssquiz id=2 qrandom timer=120]

Festa del Vino D.O.C. – Donnici

Nel mese di ottobre, quando il vino è ancora novello, ogni anno a Donnici , si svolge la consueta e tanto attesa festa del Vino D.O.C..
La festa ha la durata di un intero fine settimana, durante il quale il paese intero si veste a festa, ogni angolo delle strade del centro storico del paesino è occupato da stand enogastronomici sui quali si trovano tantissime specialità calabresi, dai salami ai formaggi, dai maccheroni alle patate m’bacchiuse, dalla carne d’agnello arrosto alle caldarroste, per non parlare poi della degustazione di tanto, ottimo, vino.
Oltre agli stand naturalmente non mancano i vari gruppi musicali che vanno dal folcloristico alla musica leggera adeguatamente dislocati per tutto il paesino.
In conclusione, sicuramente, questo evento è da tenere in considerazione per un fine settimana all’insegna del divertimento e del buon cibo, sia che si voglia vivere con gli amici che con la famiglia.

Gambarie di Santo Stefano d'Aspromonte

Gambarie è una località sciistica del Comune di Santo Stefano in Aspromonte. Ubicata ad un’altezza di 1380 metri sul livello del mare, dispone di seggiovia (la prima costruita nella Regione Calabria) con 2 seggiovie e 2 skilift che consentono la risalita del Monte Scirocco. Nel complessivo, le piste sono indicate a sciatori con sufficiente esperienza dello scii.

Caratteristica fondamentale di questa località è lo scenario che consente di poter sciare ammirando a valle lo stretto di Messina-Reggio Calabria, che da la sensazione di sciare in un luogo marittimo.

10420076_10152746109214545_486268512838353872_n

Recapiti:
Telefono APT: 0965.743061
Gestore: 0965.743061
Scuola Sci: 339.6841551

Stocco e Stocco

L’azienda Stocco e Stocco apre le porte nell’anno 1996 da Francesco D’Agostino che ha puntato la scommessa su un prodotto di notevole pregio, ma ancora poco conosciuto a livello nazionale, il Pesce Stocco ovvero il merluzzo essiccato con metodi tradizionali. Importando direttamente la materia prima dalla Norvegia, e giungendo nel moderno impianto di Cittanova, lo stoccafisso viene sottoposto a un processo di disossamento. Lo stabilimento, che vanta una superficie di 1000 metri quadri, risulta l’unico impianto a livello mondiale, adibito esclusivamente alla produzione di un unico prodotto.
[heading style=”subheader”]Lo stocco[/heading]
Lo Stoccafisso, termine derivato dal norvegese stokkfisk, altro non è che il merluzzo che viene fatto essiccare e talvolta affumicato. Con similitudini le lo riportano al baccalà, si differenzia da quest’ultimo per il diverso tipo di conservazione.
[heading style=”subheader”]Stocco & Stocco[/heading]

  • S.S. 111 Cittanova (RC)
  • tel. +39 0966-655879 – 0965.655606
  • fax +39 0966-653082
  • direzione@stoccoestocco.com
  • www.stoccoestocco.com

Rancraft Yachts

L’azienda Rancraft Yachts è una realtà leader nel settore nautico in tutto il mondo . Con un’esperienza di più di 30 anni dedicati al settore della nautica da diporto, la Rancraft Yachts si fa apprezzare nel globo per l’accuratezza dei suoi prodotti e   soprattutto per il design avveneristico ma sempre elegante. Con una gamma di sedici modelli, l’azienda propone prodotti che rispecchiano tutte le normative nazionali ed europee in tema di sicurezza.
Prodotti Rancraft Yachts:
Il punto di forza delle imbarcazioni Rancraft, risiede nella carena denominata IHC (Innovating Hull Concept) che, dopo uno studio di idrodinamica e scienza dei materiali, hanno generato questa caratteristica che le rende uniche nel loro genere.
Rancraft RC 44
Il nuovo modello RC44 offre due cabine con bagno completo di box doccia per un totale di sei posti letto più un ampio salone raggiungendo quindi la capacità di quattordici persone a bordo.
Rancraft RC 34
Più piccolo ma non meno affascinante è l’ RC 34 appartenente alla fascia degli Express Cruiser. Con una capienza di dieci persone e quattro posti letto in due cabine è un modello caratterizzato da linee sensuali e una cura maniacale delle rifiniture da interno ed esterno.
Le varie gamme di prodotti:
Express Cruiser

  • RC 28
  • RC 34 Natante
  • RC 34 Natante
  • RC 40
  • RC 45

Millennum

  • RM 18
  • RM 19
  • RM 21 efb
  • RM 21
  • RM 22
  • RM 24 efb

Vittoria

  • RV 25 efb
  • RV 25
  • RV 27

Cillus

  • RW 27

Deck

  • RD 22
  • RD 26
  • RD 26C

Contatti:
RANCRAFT YACHTS s.p.a.
Loc. Caldarello zona industriale
88068 Soverato (CZ) Italy
tel +39.0967.528014/530216
fax +39.0967.521744
Presidente: Giuseppe Ranieri
Sede: Soverato (CZ)

Francobollo Costa Degli Dei Capo Vaticano

L’ufficio Stampa delle Poste Italiane ha pubblicato l’elenco dei francobolli commemorativi che verranno prodotti durante l’anno corrente. Nella sezione dedicata al Turismo, figura un francobollo dedicato alla Costa degli Dei – Capo Vaticano (VV) .  L’emissione ufficiale avrà luogo in data 12/07/09. Nello stesso giorno, la proloco di Capo Vaticano ha organizzato un festeggiamento con stand ed eventi correlati.
francobollo-capovaticano
Dichiarazioni dell’attuale Sindaco del Comune (Domenico Laria) e del Presidente della Proloco (Prof.ssa Maria Eugenia Soriano):
“Il Francobollo racchiude l’immagine del “Capo” in una stupenda cornice che sarà consegnata alla storia e invia al mondo intero il nostro saluto, il nostro messaggio di amicizia, il nostro invito a visitare Capo Vaticano rinomata località turistica Calabrese e a gustare le delizie dell’arte culinaria locale basata sulla famosa Cipolla Rossa”

Porto di Trebisacce

[heading style=”subheader”]PORTO DI TREBISACCE –  CAL 38[/heading]
tipologia: BANCHINA / PONTILE
[heading style=”subheader”]COORDINATE[/heading]
TREBISACCE
39°51′,75 N 16°32′, 10 E
[heading style=”subheader”]DESCRIZIONE[/heading]
L’approdo è costituito da una banchina dove è possibile attraccare con condizioni meteo idonee.
Fondali: in banchina da 2 a 3,5 m.
Radio: Vhf canale 16.
[heading style=”subheader”]AREE RISERVATE AL DIPORTO[/heading]
non disponibile
[heading style=”subheader”]SERVIZI E ATTREZZATURE[/heading]
Carburante a mezzo autobotte – fontanella acqua – cabina telefonica.
Capitaneria di Porto di Trebisacce
Piazza Giuseppe Mazzini 4 – 87075 Trebisacce (CS)
tel: 0981 500212

Tonno Callipo

L’azienda Callipo, fu fondata nel 1913 a Pizzo Calabro da Giacinto Callipo.  Divenuta una tra le prime aziende italiane di inscatolamento del Tonno del Mediterraneo prodotto con il sistema delle tonnare fisse.  Nel 1926, l’azienda Callipo divenne il fornitore principale del Re e quindi insignita del Brevetto come fornitore della Real Casa. La successiva generazione, trasferisce la sua sede in un centro poco distante da Pizzo Calabro e successivamente, con la terza generazione, si trasferisce nel 1981 nella zona di Maierato, quartiere industriale del Vibonese.
L’attuale stabilimento vanta una superficie totale di 34.000 mq, 200 dipendenti e una produzione annuale che sfiora le 7000 tonnellate. Oltre alla produzione per il territorio nazionale, la Callipo distribuisce il suo pregiato prodotto con una percentuale intorno al 8 % in territori quali Austria, Francia, Inghilterra, Germania Stati Uniti e Giappone.  La lavorazione è effettuata completamente in territorio nazionale, a partire dal tonno preso per intero che arriva già surgelato dalle navi. Giunti in stabilimento, vengono decapitati,  eviscerati, selezionati  e lavati in abbondante acqua. Sottoposti a una minuziosa pulitura della pelle vengono selezionali in base a grandezza del filetto e alla qualità.  Nel 2006, La Tonno Callipo ha ottenuto un prestigioso riconoscimento come imprese longeva e di successo dalla Unioncamere.
 
Titolare: Filippo Callipo
Sede: Zona industriale Maierato (VV)
Categoria merceologica: Alimentare
Sede legale:
Via Riviera Prangi, 65/A
89812 Pizzo (VV) – Italia
Stabilimento:
S.S. 110 Km 1,6
89843 Maierato (VV) – Italia
Tel: 0963.99621
Fax 0963.996242
http://www.callipo.com/

Corrado Alvaro

[heading style=”subheader”]Corrado Alvaro[/heading]

nacque in Provincia di Reggio Calabria sul versante Jonio nel paesino di San Luca. Figlio di maestro elementare, iniziò i suoi studi a Catanzaro ove rimase sino al 1915 quando partì alla volta del servizio di leva militare nella Prima Guerra Mondiale. Riportando ferite a San Michele del Carso, nel 1916 iniziò la sua collaborazione con il giornale “Resto del Carlino” a Roma e successivamente, in qualità di redattore, si trasferisce a Bologna dove si sposa con Laura Babini.

Nel 1919 diventa collaboratore del Corriere della Sera a Milano e nello stesso anno ottiene la laurea in Lettere presso l’Università di Milano. Negli anni post laurea, collabora con “La Stampa”, diventando corrispondente a Berlino e torna in Italia nel 1931.  Tornato in Calabria per i funerali del padre nel 1943, è costretto alla fuga dall’occupazione tedesca e si rifugia a Chieti sotto falso nome e impartisce lezioni di Inglese privatamente.  Due anni dopo fonda il Sindacato Nazionale degli Scrittore . Nel 1951 vince il premio Strega con “Quasi una vita”. Nel 1954 è colpito da una grave malattia che, nonostante diversi interventi chirurgici, lo porta alla morte nel 1956 a Roma. Recentemente, la Regione Calabria ha acquistato i manoscritti originali dello scrittore donandoli alla Fondazione Corrado Alvaro sita a San Luca.

 
[heading style=”subheader”]Opere[/heading]

  • Polsi nell’arte, nella leggenda, e nella storia
  • Poesie grigioverdi
  • La siepe e l’orto
  • L’uomo del labirinto
  • L’amata alla finestra
  • Vent’anni
  • Gente in Aspromonte
  • L’uomo è forte
  • Incontri d’amore
  • L’età breve
  • Lunga notte di Medea
  • Quasi una vita
  • Il nostro tempo e la speranza
  • Un fatto di cronaca