Temperatura: 13 °C
Orario Locale: 12:41 am

c/da Tonicello snc, Capo Vaticano, (VV), ITALIA

1,3 km da Stazione Treni

Numero Camere
* Miglior Prezzo Garantito

Museo delle Reali Ferriere Mongiana

[heading style=”subheader”]Inaugurato il Museo delle Reali Ferriere Borboniche a Mongiana.[/heading]
 
Recentemente il presidente della regione Calabria, Scopelliti, ha inaugurato il Museo delle Reali Ferriere Borboniche di Mongiana. Il restauro di questo antico edificio era iniziato nel 1975, oggi, grazie ad un finanziamento della regione, i lavori si sono conclusi, dando vita ad uno splendido ricordo dell’importanza delle Reali Ferriere.
Le origini di Mongiana sono collegate proprio alla costruzione di questo polo siderurgico, voluto dai monarchi borboni. Anticamente la fabbrica si estendeva su una superficie di circa 2 km che costeggiavano i fiumi Ninfo e Allaro. All’interno delle officine del ferro vi era anche la fabbrica di armi, costituita da un edificio a tre piani a cui si accedeva dalle colonne oggi visibili all’entrata del museo, all’epoca decorata dalle statue del re e della regina. L’intero complesso ospitava anche alloggi per gli impiegati, caserme per gli operai e manovali.
Successivamente al regno di Ferdinando IV di Borbone l’industria di Mongiana continuò a svolgere un ruolo fondamentale anche durante il decennio francese, Si calcola che all’inizio del 1860 l’industria siderurgica delle Reali Ferriere contava 1500 operai, che vi si trasferirono con le famiglia.
Gli anni bui per questo che era considerato un gioiello calabrese iniziano con l’unità d’Italia, venne favorita la vendita a privati e furono privilegiati gli insediamenti industriali nel nord Italia, per la vicinanza ai complessi industriali già esistenti in Piemonte, Lombardia e Liguria. Le strutture furono vendute, gli operai licenziati, e in poco tempo le Reali Ferriere furono dismesse.
Il Meridione d’Italia oggi vuole ricordare la magnificenza del suo passato, così Mongiana inaugura il suo Museo.